BateoCamp a Venezia

6:00 – 10:30 ARRIVO E PICCOLI INCONVENIENTI

Il BateoCamp a Venezia inizia a dir poco in maniera rocambolesca. Vengo in sostituzione di Massimo (Cortinovis, nda), mi sveglio all’alba e mi vesto come un pinguino, anche per un appuntamento nel pomeriggio.

Arrivo alle nove, spacco il secondo, sì, ma mi spacco in 4 per il caldo anche! Mi spoglio subito della giacca e mi accorgo adesso che è pure Venerdì e che devo anche andare in spiaggia con un battello di blogger… ormai il danno è fatto.IMG_0106

La notizia è che a Venezia si naviga in wifi e noi testeremo il sistema su un battello che farà il giro  fra i canali. Gratis et amore dei, a tempo indeterminato, per i residenti, come mi spiega Cimny, che è un’autoctona. I turisti pagano, quanto? Cimny non lo sa, ma adesso mi informo su www.cittadinanzadigitale.com anzi, dopo tre pagine vengo mandato su http://www.veniceconnected.com/ che poi mi manda su una pagina in cui mi dice che devo prenotare almeno 7 giorni prima (…?) e poi trovo un Calendario che mi porta ad un’altra pagina in cui alla fine scopro che… devo comprare anche il Ticket per il trasporto pubblico!!! dagli 11 euro ai 42 euro (quest’ultimo però vale per 7 giorni)… Sempre Cimny mi dice che non ci sono ancora tutte le zone cablate.

Comunque è una figata e sembra funzionare molto bene.

10.30-12.30

Si naviga e si suda, si suda e si naviga. Ogni tanto cade la linea a metà di un upload di foto, ma tant’è. Sono terrorizzato dai tempi… riuscirò a tornare a Milano? Evidentemente mi piace vivere pericolosamente: ho il treno di rientro alle 15.00… arrivo alle 18:00 e appuntamento entro le 19.00.

In compenso ho guadagnato un simpatico braccialetto:

IMG_0113

Arriva il sindaco Cacciari e scopro che la più anziana iscritta fra i 10.000 di Cittadinanza Digitale è del 1915 e il più giovane è del 2000. Il ViceSindaco Michele Vianello dice che non si ispira a nessun’altra città se non Venezia e che il modello di business dell’operazione è basato sul soddisfacimento dei diritti inalienabili dei Veneziani (!).

Cacciari

13.00 ARRIVO AL LIDO

Ho deciso, non riuscirò mai a tornare a Milano in tempo, molto meglio seguire l’evento fino in fondo.

Vianello dice: “In Italia si può fare, non come chi non sa gestire twitter o Facebook e allora li censura. Vogliamo lanciare una gara per l’utilizzo della banda larga per le imprese, parliamo di finanza di progetto. la rete è una cosa diversa dal telefono, cosa non chiara in Italia. Una gara per usare una rete a 100 mega è basata sui contenuti. Lì si misura la capacità di essere neutrale. Il comune mette le infrastrutture e il wellfare che la rete è in grado di abilitare, anche in termini di sperimentazione. Il pubblico, come stato sociale può pagare questa parte. I servizi invece a valore aggiunto (vedere l’anteprima della mostra del cinema) possono essere pagati dal singolo.

Non esiste ancora una strada italiana alla cittadinanza digitale, Venezia vuole sperimentare una strada insieme agli opinion leader. Venezia può diventare il laboratorio digitale d’Italia, ma non da sola, ha bisogno delle aziende e di chi opera nella rete e di autorevoli istituti come MIT che ha collaborato con loro.

Nel prossimo autunno un barcamp da fare a Venezia per tirare le somme e per partire.”

Poi parte un video (ahimè senza audio). L’impressione però è che si sia scelto la modalità giusta per lanciare Venezia come città-laboratorio che possa guidare un’evoluzione positiva di Internet in Italia.

Vianello

Poi ancora Vianello: “Voglio la fibra ottica in tutte le biblioteche di Venezia per sperimentare l’utilizzo di questi strumenti di connettività, che siano cellulari o PC. Presto l’estensione del servizio a Giudecca e Mestre.”

Walter Baldassi: “In rete c’è la mappa delle future realizzazioni sul sito di Cittadinanza Digitale, compreso biblioteche e centri sportivi”

Vianello: “Venezia ha un’azienda informatica e TLC senza andare in concorrenza con SUN, IBM, Cisco ma collaborando con loro su un piano di parità e non subalternità”

Ora si va di panini e bibite, discussioni ed approfondimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...